Associazione Italiana di Cultura Classica
Delegazione della Svizzera Italiana

in collaborazione con il
Liceo cantonale di Lugano 1


invita alla presentazione del libro:


Poeti latini del Cinquecento
di Giovanni Parenti

a cura di Massimo Danzi

 

Intervengono
Francesco Vincenzo Stella
e Massimo Danzi

 

 

Giovedì 5 maggio 2022, ore 18.15

Aula magna del Liceo cantonale di Lugano 1
Viale Carlo Cattaneo 4, Lugano

 

Francesco Vincenzo Stella

È ordinario di Letteratura latina medievale e umanistica presso l'Università di Siena, dove dirige il Centro di Studi Comparati ed è stato Direttore di Dipartimento e di Master. Membro dell'Academia Europaea (London) e dell'Accademia Colombaria (Firenze) e visiting fellow a Pécs, Princeton e Praga, è componente del Comitato Scientifico di riviste, collane ed enti culturali italiani e internazionali. Coordina progetti scientifici sostenuti dalla Commissione Europea, dal MIUR e da altre istituzioni, fra i quali il Corpus Rhythmorum Musicum, l'Eurasian Latin Archive, Archivio della Latinità Italiana del Medioevo, Realtà Aumentata del Medioevo Musicale Senese e Hagiographica Coreana. Fra i principali impegni editoriali, oltre alla direzione della collana Scrittori latini dell’Europa medievale (Pacini), l'antologia La poesia carolingia (Le Lettere, 1995 con Walter Lapini e Gianfranco Agosti) e i volumi Poesia e teologia I Occidente latino fra IV e VIII secolo (Jaca Book, 2001), Testo letterario e analisi digitale (Carocci), Il testo dell’immagine (Mondadori, 2021), The Carolingian Revolution (Brepols, 2021) e Digital Philology (Brepols, 2021). Premio nazionale del Ministero della cultura per la traduzione nel 2021, nel 2022 è Chaire Gutenberg all'Università di Strasburgo, dove dirige un programma sul rapporto testo/immagine nel medioevo.


Massimo Danzi

Si è formato alle Università di Pavia e di Ginevra, nella quale è stato professore di Letteratura italiana. Dopo un soggiorno a Berlino, è stato fellow a Villa I Tatti (Harvard University Center for the Italian Renaissance Studies) e all’Istituto italiano per gli Studi Storici di Napoli. Si è occupato soprattutto di Medioevo e Rinascimento dando edizioni di testi e studi su Petrarca e la tradizione lirica, Leon Battista Alberti, Sannazaro, Pietro Bembo; su un versante di storia delle idee e delle pratiche sociali, si è occupato di biblioteche e storia del collezionismo libra­rio e di letteratura termale. Codirige la rivista di studi rinascimentali Italique, fondata nel 1998, e presiede la fondazione Barbier-Mueller per lo studio della poesia del Rinascimento. In quest’ambito ha pubblicato l’edizione commentata del canzoniere di Matteo Bandello (Fer­rara, Istituto del Rinascimento, 1989), i Poeti italiani del Cinquecento (Milano-Napoli, Ricciardi, 2001: in coll. con Guglielmo Gorni e Silvia Longhi), La biblioteca del cardinal Pietro Bembo (Gi­nevra, Droz, 2005), i Poeti latini del Cinquecento di Giovanni Parenti (Pisa/Firenze, Edizioni della Normale – INSR Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, 2022), qui presentati, e, recentissimo, il volume di studi Ingenio Ludere. Scritti sulla letteratura del Quattrocento e del Cinquecento (Pisa/Firenze, Edizioni della Normale – INSR Istituto Nazionale di Studi sul Rina­scimento, 2022).

 

 

Per informazioni rivolgersi al segretariato della Delegazione della Svizzera Italiana dell'Associazione Italiana di Cultura Classica.

 

Invito stampabile (file PDF) QUI